Biodiversita'

 

Dopo lo studio della vegetazione terrestre del 2006 e quella del 2007 sugli uccelli è stato realizzato in questi giorni un nuovo documento sulla vegetazione acquatica e sugli anfibi.

L’oasi Foppe Radaelli, da anni gestita dal WWF di Trezzo, è stata inserita di recente nella lista europea dei SIC (Siti di Interesse Comunitario) per proteggere la ricca e rara biodiversità presente. 


Gli studi effettuati dal botanico Luca Gariboldi, consulente scientifico del Museo di Storia Naturale di Milano, e dallo zoologo Livio Leoni sono stati entrambi finanziati dal comune di Trezzo sull’Adda; la pubblicazione del libretto è stata possibile grazie al Parco Adda Nord. 


Gli studi più recenti sulla vegetazione hanno riconfermato l’elevato valore conservazionistico dell’oasi, con diverse specie vegetali acquatiche protette a livello regionale, nazionale e internazionale come la Salvinia Natans, una piccola felce d’acqua molto rara – in Lombardia è presente in un solo altro sito - tutelata dalla Convenzione di Berna. Altrettanto importante la già nota presenza della Ludwigia Palustris inserita nel libro rosso delle specie in estinzione. La vera rarità dell’oasi è stata identificata grazie a un lungo lavoro, durato più di un anno, da parte di Luca Gariboldi con Mario Beretta, un esperto di piante carnivore, gruppo a cui appartiene l’Utricularia. Quella trovata alle Foppe è della rara varietà Vulgaris, una presenza unica nell’intera provincia di Milano. 


L’indagine effettuata sugli anfibi ha evidenziato la ricca popolazione del sempre più raro tritone crestato italiano presente in 5 delle 9 pozze dell’oasi. Una specie tutelata a livello comunitario e affiancata da un altro tritone, il punteggiato, più comune ma comunque protetto da una legge regionale. Altra preziosa presenza quella di un anuro, la rana dalmatina, censita in buone quantità e anch’essa tutelata dall’Unione europea. 


Attualmente è in corso una ricerca sui lepidotteri e gli odonati (farfalle e libellule) mentre a breve partirà un’indagine sugli insetti e un’altra sui funghi dell’oasi. 


Il libretto è distribuito gratuitamente a tutte le persone interessate in occasione delle manifestazioni dell’associazione Le Foppe; si può farne richiesta scritta, allegando il necessario per le spese di spedizione, presso WWF - Le Foppe in piazza Crivelli 2 a Trezzo. (guarda la versione in .pdf)